Facebook cambia pelle

Facebook cambia pelle

ecco come...

Paper è il nuovo giornale mobile per iOs e disponibile per ora soltanto per il mercato statunitense, che consente agli utenti facebook di visualizzare i contenuti degli amici e delle Pagine aggregate sulla base di aree tematiche scelte.

Dobbiamo dire “addio” al pulsante “Condividi”, che sarà sostituito da tasti più coinvolgenti come “Pubblicalo tu”, “Ripubblica”, Diffondi” e “Fai circolare”.

Mark Zuckerberg vuole puntare a diversificare e ad ampliare lo spazio destinato ai contenuti social grazie all'acquisto di Branch Media con il fine di rinnovare il News Feed. Sempre legato ai contenuti, verrà introdotta sulle nostre bacheche la sezione Trending, in cui compariranno gli interessi dei singoli utenti insieme ai nuovi trend di mercato.

Le novità non riguardano soltanto i profili dei singoli utenti ma anche le Pagine Facebook.Per aumentare l'interazione e la promozione dei brand, Facebook ha pensato di introdurre la possibilità per gli utenti delle Pagine di lasciare dei feedback, facendo sì che l'utente contribuisca alla promozione dell'attività del brand positivamente oppure a valutarla negativamente; e sempre per i brand, dal 9 Aprile sarà inoltre introdotto un sistema di ADV basato sul targeting per annunci con 4 nuove aree: località, demografico, interessi e comportamenti.

Un'altra novità in casa Zuckember è il cambiamento dell'algoritmo EdgeRank che regola il Newsfeed, il nuovo Facebook sarà più reattivo rispetto agli interessi dei singoli utenti, tutto questo andrà a discapito dei contenuti proposti dalle Pagine. Un'altra nota non proprio positiva è la penalizzazione delle Pagine che pubblicheranno contemporaneamente contenuti testuali ed immagini, passeranno in secondo piano rispetto agli altri post.

La modifica dell'algoritmo rientra nella strategia di Facebook che ha lo scopo di spingere i Brand ad utilizzare i canali a pagamento per la promozione e l'implementazione della propria campagna pubblicitaria. Questa scelta è dovuta ovviamente ai numeri che attestano che Facebook è la prima piattaforma per social media traffic referrals, ovvero è la prima tra le piattaforme a fare da tramite tra gli utenti social ed i siti dei brand.

Nel Novembre del 2013 Facebook ha avuto un bacino del 17,41 per cento di tutti i referrals web, una cifra da capogiro e di gran lunga superiore a tutti i social presenti sul mercato.

Se Facebook ha la capacità di convogliare un numero così alto di utenti dalla sua piattaforma social ad altri siti esterni, perché dunque non sfruttare questa capacità?