Le immagini della comunicazione online

Le immagini della comunicazione online

I segnali visivi vengono elaborati dal cervello 60.000 volte più veloce rispetto ad un testo. Le immagini rappresentano il 93% della comunicazione umana e stanno assumendo un'importanza sempre maggiore nella nostra vita. Basti pensare ai selfie che hanno spopolato nell'ultimo anno e che non sono altro che una forma di marketing personale, dove ognuno promuove se stesso. Diversi brand hanno provato a sfruttare questa mania a supporto delle loro attività di branding e comunicazione. E', infatti, molto più semplice farsi inviare una foto da un utente mentre utilizza un prodotto, piuttosto che un contenuto scritto.

Vi sarà mai capitato di soffermarvi a leggere un articolo perchè catturati da un'immagine. E' ormai comprovato che tutto ciò che è visuale cattura maggiormente l'attenzione, genera emozioni, è comprensibile a tutti e migliora l'engagement.

Nella stesura dei piani editoriali il Content Manager o il Social Media Manager devono tener conto delle immagini e prevedere di affiancare il contenuto testuale a quello visivo, con coerenza, ma anche con freschezza e originalità. La qualità e la tipologia delle immagini scelte è molto importante e contribuisce al miglioramento della brand awareness.

Ecco perchè è nata una nuova branca del Marketing Online, chiamata Visual Content Marketing. Il contenuto visivo, infatti, migliora in modo rapido le visualizzazioni e le conversioni e permette di arrivare facilmente al proprio target di riferimento. Oltrettutto, le infografiche, le foto, le immagini con citazioni registrano un livello più alto di viralità.

Come scegliere le immagini giuste

Non essendo tutti fotografi professionisti o web designer non è semplice trovare la foto da affiancare all'articolo. Ma ricordiamoci che prendere una foto dal web senza citare la fonte può essere molto pericoloso, potremmo ritrovarci a pagare ingenti cifre di danni per aver utilizzato un'immagine protetta da copyright. Pertanto, se si ha il budget a disposizione è bene acquistarla direttamente da siti come gettyimages, shutterstock, stockphoto e molti altri. O in caso contrario è bene almeno modificarle con l'inserimento di elementi grafici, loghi, frasi, claim, utilizzando programmi free online come PicMonkey o Canva.

I social

Tra i social network stanno acquisendo sempre maggiore successo e notorietà proprio quelli più visivi, come Pinterest, Vine, Instagram e Tumblr. Ce n'è per tutti i gusti e per tutte le tipologie di brand. Pinterest è considerato un social più adulto, perchè è più elaborato e permette di categorizzare le foto in base a contenuto e parole chiave, invece Instagram e Vine sono dedicati ai giovanissimi e danno libero sfogo alla creatività senza alcun vincolo tematico. Tumblr è invece più apprezzato da coloro che ragionano in ottica blog.

Anche Facebook nell'ultimo periodo ha implementato e ottimizzato la sezione News Feed, mentre Twitter e Google + stanno dando sempre più spazio ai contenuti grafici. Si è studiato ad esempio che una campagna facebook che utilizzi foto genera un aumento dell'engagement del 65% in un solo mese.

Per i teenagers nel 2013 Facebook era il primo social network utilizzato, oggi, invece, è stato sostituito da Instagram che è salito in prima posizione nella classifica. E' nata la generazione delle immagini.

Qualche consiglio

  • Non affidatevi al caso. Scegliete sempre immagini di ottima qualità, inerenti all'argomento trattato e nel giusto formato.
  • Controllate le condizioni di utilizzo o modificatele con gli appositi programmi. Se avete budget affidate la realizzazione dei visual ad un grafico esperto.
  • Puntate sulle immagini nella vostra strategia social (e attenzione alle limitazioni pubblicitarie imposte da Facebook, altrimenti rischiate che la campagna venga oscurata).
  • Utilizzate infografiche, collage, scatti d'autore e tutto ciò che possa essere utile a migliorare la vostra brand strategy.
  • Link building e SEO con le immagini: per i siti web e blog, ricordatevi di abbinare sempre il testo ad un'immagine e non dimenticate di inserire description, title, tag "alt text" e didascalia. Questa non è solo una strategia SEO, ma permette di rendere visibile la vostra immagine sui motori di ricerca.

Come si suol dire: Anche l'occhio vuole la sua parte!

Fonti:

http://www.arkys.it/social-media/limportanza-del-visual-content-nel-digital-marketing.html

http://www.studiosamo.it/visualstorytelling/12-statistiche-conoscere-visual-content-marketing/